iaap logo

La Scuola

scuola-riconosciuta

La Scuola, a differenza di altre discipline di formazione psicoterapeutica focalizzate sulle funzioni adattive dell'io e sull'acquisizione di correlate strategie consce di intervento, ritenendo che tale orientamento non produce significativi cambiamenti della personalità degli allievi e conseguentemente stabili cambiamenti nei pazienti, ha scelto di dare la massima priorità formativa alla costruzione dell'assetto analitico e alla realizzazione della personalità conscia ed inconscia dell'allievo. Infatti la Psicologia Analitica , per sua specifica natura, privilegia la trasformazione individuale dei futuri psicoterapeuti nel senso del processo di individuazione così come proposto da Carl Gustav Jung. L'analista zurighese ha infatti continuamente sottolineato l'importanza del livello di maturazione/conflittualità psicologica dell'analista quale fattore terapeutico/antiterapeutico e quindi condizionante sia il grado di sviluppo psicologico dell'analizzando sia il successo terapeutico nei confronti dei pazienti .

Il LIRPA cura la Formazione in Psicologia Analitica di laureati in medicina e psicologia. Preso atto della richiesta di un training formativo anche da parte di laureati già abilitati all'esercizio della psicoterapia (specialisti in psichiatria o laureati in psicologia con la specializzazione in psicologia clinica), il Comitato Scientifico del Laboratorio Italiano di Ricerche in Psicologia Analitica ha predisposto:

-Un 1° Ordine degli Studi (e relativo Regolamento di specializzazione in Psicoterapia) riconosciuto dal MIUR per coloro vogliono conseguire l'abilitazione all'esercizio della psicoterapia e contemporaneamente il riconoscimento come psicologi analistida parte del LIRPA e dell'Associazione Internazionale di Psicologia Analitica (IAAP).Per un approfondimento più dettagliato clicca qui : Ordine degli Studi per il MIUR

-Un 2° Ordine degli Studi per coloro che, già psicoterapeuti, vogliono conseguire il titolo di Psicologi Analisti Junghiani e appartenere al LIRPA e alla IAAP .Per un approfondimento più dettagliato clicca qui : Ordine degli Studi per la IAAP

Pertanto in entrambi i Regolamenti Formativi (per un approfondimento vai a Regolamenti Formativi), all'unisono, questo aspetto viene curato tramite :

-una approfondita analisi personale dei nodi conflittuali inconsci che ostacolano il processo di individuazione dell'allievo, orientata anche alla esplorazione delle tematiche personali coinvolte nel processo di formazione in psicologia analitica (non meno di 260 sedute con una frequenza di due a settimana)

-una supervisione clinica individuale che esplora le dinamiche transfert-controtransfert tra l'allievo-terapeuta e il suo paziente da un lato e il Didatta formatore dall'altro (non meno di 100 sedute con una frequenza di due a settimana)

-una supervisione clinica di gruppo tesa ad un'integrazione formativa di più allievi e all'acquisizione di un linguaggio psicodinamico condiviso, sempre fondata sull'analisi delle comunicazioni e delle percezioni inconsce che verificanonell'ambito della relazione tra allievo-terapeuta e paziente.

Entrambi i Corsi di Formazione curano lo studio del medesimo corpus teorico junghiano, mentre sono diversi per il numero e le materie di studio, in quanto l'Ordine degli Studi riconosciuto dal MIUR obbedisce alla logica di una formazione sia di base sia specialistica dell'allievo medico o psicologo, mentre il secondo training, poiché è rivolto ad allievi abilitati all'esercizio della psicoterapia che sono già in possesso degli elementi psicodinamici di base, è soprattutto orientato all'acquisizione dei contenuti fondamentali e caratterizzanti della Psicologia Analitica.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo